Frontiera TV
L’Italia sono anche io, i migranti per il diritto di voto e di cittadinanza

Il Comitato Provinciale impegnato nella raccolta firme e nella campagna di sensibilizzazione

pubblicato il 26/10/2011
vai alla scheda
torna indietro
L’Italia sono anche io, i migranti per il diritto di voto e di cittadinanza

Il Comitato Provinciale impegnato nella raccolta firme e nella campagna di sensibilizzazione

Nascere e crescere in Italia, ma non essere considerati cittadini italiani. Conoscere la cultura, la storia, la lingua del nostro Paese, ma restare virtualmente fuori dai diritti sanciti dalla Costituzione. E’ il destino beffardo che colpisce i minori nati in Italia da genitori stranieri. Un paradosso che riguarda quasi un milione di ragazzi che solo al compimento del 18° anno di età avranno la possibilità di vedersi riconosciuta la cittadinanza italiana. Ma il destino beffardo prende di mira anche gli adulti, i 4 milioni di migranti che risiedono nel nostro Paese, che contribuiscono ad arricchire l’economia, che pagano le tasse, ma che non possono votare. E che non hanno la possibilità di farsi eleggere alle elezioni Amministrative.

Per loro, per tutelare il diritto di cittadinanza e di voto, è partita ’L’Italia sono anche io’, una campagna di sensibilizzazione nazionale che, attraverso la raccolta di cinquantamila firme, vuole proporre due leggi di iniziativa popolare. Ed anche a Foggia si è costituito il Comitati provinciale, che raggruppa oltre trenta enti ed associazioni impegnate nel settore dell’immigrazione.

Su questi due temi, FrontieraTv ha incontrato Rita Amatore, del comitato provinciale L’Italia sono anche io , Ana Shahini, mediatrice interculturale al Centro Interculturale Baobab di Foggia, e Gianni Mongelli, sindaco del capoluogo Dauno.
e.m.

link:
L’Italia sono anche io














 
regione puglia
provincia di Foggia
commons
commons
commons
CREDITS    GERENZA    CONTATTACI                  © 2009 Euromediterranea s.p.a.